Alfa Stelvio

L’Alfa Romeo Stelvio abbina spazio e un’apprezzabile praticità alle caratteristiche che hanno resa famosa la casa italiana: forme grintose, prestazioni elevate e una guida appagante e sicura. Sotto la  carrozzeria dalle linee muscolose ci sono il pianale e la raffinata meccanica della berlina Giulia. Ma la Stelvio è più alta di 23 centimetri (dei quali sette sono di maggiore distanza dal suolo, che arriva a 20,3 cm). Su fondi con buona aderenza, e se non si adotta una guida molto sportiva, la trazione è posteriore (per evitare attriti supplementari, che influirebbero sui consumi e sulle prestazioni); tuttavia, quando occorre migliorare la motricità, una frizione a controllo elettronico si chiude automaticamente provvedendo a inviare fino al 50% della potenza all’avantreno. Il sistema funziona bene e, pur non trasformando questa suv in una vera fuoristrada, garantisce un “grip” notevole anche sui fondi viscidi. I 209 cavalli del turbodiesel sono prontissimi e vigorosi, tanto che la suv italiana ha realizzato tempi record per la categoria nelle nostre prove di accelerazione e di ripresa. E senza consumare tanto: i 14,9 km/l che abbiamo rilevato sono un buon risultato.

Nel complesso, la guida è di alto livello: lo sterzo così diretto e ben calibrato e l’ottima tenuta di strada regalano soddisfazioni agli sportivi, ma vengono apprezzate anche a un’andatura tranquilla, perché danno sicurezza e tranquillità. Lo stesso si può dire della frenata, che è davvero potente; avremmo però gradito un impianto più facile da gestire (l’azione del pedale è poco modulabile). L’Alfa Romeo Stelvio, che offre anche un apprezzabile comfort (valide le sospensioni, mentre il motore si fa sentire un po’ in accelerazione) monta di serie il portellone ad azionamento elettrico, i fari bixeno, i sensori di distanza (anche anteriori) con telecamera di retromarcia e la frenata automatica d’emergenza (anche in caso di attraversamento di pedoni). Il navigatore è di serie, ma il sistema multimediale, pur facile da usare, non è dei più completi: manca la connettività a internet (anche se, tra la pubblicazione della prova sulla rivista e quella sul sito, la casa ha provveduto ad aggiungere i protocolli Apple CarPlay e Android Auto, per usare i telefonini dall’impianto dell’auto). La Stelvio ha superato molto bene i crash test dell’Euro NCAP: cinque stelle, con i voti migliori ottenuti nella protezione degli occupanti adulti.

Categoria: Tag:

Descrizione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Alfa Stelvio”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *