Jaguar E-pace

La Jaguar E-Pace è la suv più compatta proposta dal marchio britannico: lunga 440 cm, condivide la meccanica con la Range Rover Evoque, e anche se ha un’impostazione sportiveggiante, offre interni spaziosi. La 2.0d da 179 CV che abbiamo provato è la turbodiesel di potenza intermedia e ha il cambio automatico a 9 marce (fluido ma non velocissimo), oltre a un raffinato sistema di trazione integrale che distribuisce automaticamente la coppia in base alle condizioni di guida e di aderenza: in partenza, alle ruote davanti ne viene inviata il 60%, e si sale al 90% ad andatura costante una volta superati i 35 km/h; ma, se il grip è critico, la ripartizione fra i due assi passa al 50:50.

Solo discrete le prestazioni della Jaguar E-Pace: la vettura, con i suoi 1768 kg, non è leggera, e questo si riflette pure sui consumi. In compenso, il comfort è buono: nonostante i cerchi di 20” con gomme sportive (di serie), le asperità vengono filtrate abbastanza bene dalle sospensioni, e il lieve rollio che si percepisce fra le curve non compromette il piacere di guida né la sicurezza (sincere e progressive le reazioni al limite). Per risparmiare senza rinunciare all’alimentazione a gasolio c’è la variante da 150 CV, anche con trazione anteriore e cambio manuale a sei marce, altrimenti le potenti versioni da 240 CV (diesel) e 249 CV (a benzina), sempre con cilindrata di due litri. Valido, e ulteriormente migliorabile utilizzando pneumatici di tipo più adatto alla bisogna, il comportamento nel fuori strada, favorito dalla luce a terra piuttosto generosa (20,5 cm) e dall’APSC (All Surface Progress Control), che gestisce acceleratore e freni mantenendo la velocità preimpostata (fino a 30 km/h) anche su fondi sdrucciolevoli e con forte pendenza.

La Jaguar E-Pace non costa poco, ma offre di serie, fra l’altro, i fari full led, il navigatore, i sedili in pelle, il portellone a sollevamento elettrico, la retrocamera e i sensori di distanza anche davanti e, nel caso della HSE, pure l’accesso senza chiave. Altrettanto notevole la dotazione di sicurezza, che oltre al cofano attivo (limita il rischio di lesioni ai pedoni sollevandosi leggermente in caso d’investimento) include di serie diversi dispositivi di ultima generazione: dal cruise control adattativo alla frenata automatica che rileva anche le persone, passando per l’allarme anti-colpo di sonno, il mantenimento di corsia, il monitoraggio degli angoli ciechi e la telecamera che legge (e riporta nel cruscotto) i segnali stradali. Non c’è dunque da stupirsi se nei test Euro NCAP la Jaguar E-Pace è stata promossa con cinque stelle, supportate da punteggi elevati nei diversi ambiti di verifica.

Categoria:

Descrizione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Jaguar E-pace”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *