Mercedes Benz A180

L’AUTO IN SINTESI

Anche se non delle più giovani (ha debuttato nel 2012), la Mercedes Classe A è ancora al passo con i tempi: non solo nell’aspetto (grintoso e personale), ma anche dal punto di vista tecnico. Il suo 1.5 a gasolio consuma poco, ha un discreto brio: abbinato al cambio robotizzato (2.240 euro) a doppia frizione dell’auto in prova, garantisce una buona souplesse di marcia, rendendo questa Mercedes una valida alleata per chi guida molto nel traffico. Ma anche quando c’è “strada libera” la vettura resta gradevole da condurre. Gli interni, rifiniti di tutto punto, possono essere personalizzati con gli accessori più moderni (come un raffinato impianto multimediale), ma non offrono molto agio a chi siede dietro. Anche il bagagliaio non è il massimo per capienza e accessibilità.

Posizione di guida
3
Cruscotto
4
Visibilità
2
Comfort
3
Motore
4
Ripresa
3
Cambio
4
Frenata
5
Sterzo
4
Tenuta di strada
4
Qualità/prezzo
3

PERCHÈ COMPRARLA

BEN FATTA E CONVINCENTE NELLA GUIDA
Mercedes Classe A

Le forme spigolose e decise della Mercedes Classe A 180 d Executive hanno grinta: a cinque anni dal debutto dell’auto, sono sempre attuali e di forte personalità. Il pacchetto Style della vettura del test aggiunge dettagli caratterizzanti come il listello cromato nella mascherina e lo spoiler anteriore nero. Nell’abitacolo della A 180 d Executive si respira un’atmosfera più “racing” che luminosa; le finiture, come gli assemblaggi, sono di prim’ordine. Nel complesso, l’interno, anche se non molto spazioso (specie dietro), trasmette una sensazione di ricchezza ed è ben insonorizzato. Il 1.5 diesel da 109 CV (di origine Renault) è parco: 19,6 km/l il consumo medio rilevato. Dotato di due valvole per cilindro, per garantire una risposta sempre pronta all’acceleratore, dispone delle alette del turbocompressore che cambiano inclinazione in base al regime di rotazione del motore. Altro aspetto tecnico interessante nella Mercedes A 180 d è il raffinato retrotreno a bracci multipli che, permettendo più precisi movimenti della ruota, migliora la guidabilità. Del resto la vettura si guida bene, è sicura (potenti i freni) e, anche se i cavalli non sono molti, divertente. Il cambio a doppia frizione, fluido e abbastanza pronto nel selezionare i sette rapporti (di serie le “palette” dietro il volante), nella funzione di guida Sport tiene il 1.5 decisamente più su di giri. Il motore punta sui consumi davvero bassi, ma in ripresa si difende bene: i tempi non deludono. Lo sterzo è preciso e diretto: a prescindere dalla modalità di guida selezionata, la sua taratura resta solida.

La tenuta di strada della Mercedes Classe A 180 d Executive è elevata: i pneumatici con la spalla bassa favoriscono rapidi e precisi inserimenti nelle curve (ma hanno delle difficoltà ad assorbire le buche), mentre il retrotreno si mantiene sempre stabile. La nota stonata è la visibilità, ostacolata dalla superficie poco estesa dei vetri (835 euro i sensori davanti e dietro). Il meno costoso allestimento Executive include l’avviso anti-colpo di sonno e l’attivazione automatica d’emergenza per i freni, ma fa pagare a parte il Bluetooth, i cerchi in lega, il “clima” bizona e il cruise control. Fra i tanti accessori disponibili come optional e presenti nell’auto del test, spicca il sistema di infotainment (1.708 euro): oltre al navigatore dispone di un chiaro schermo di 7” (quello di 8” ne costa 195) e, in caso d’incidente, invia una chiamata d’emergenza ai soccorsi; per 549 euro offre anche la radio Dab e, per altri 366 euro, i protocolli Android Auto e Apple CarPlay. Altro gadget tecnologico, la possibilità di comandare a distanza tramite il telefono alcune funzioni, come l’apertura delle porte (183 euro). Cinque le stelle, ovvero il massimo punteggio, sono quelle ottenute dalla Mercedes Classe A nei crash test dell’Euro NCAP effettuati nel 2012, con una procedura meno severa rispetto a quella di oggi.

Descrizione

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mercedes Benz A180”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *